test TOLC

Preparare i test TOLC con la didattica di Matemagia

Abbiamo conosciuto più da vicino i test TOLC, in particolare quelli per economia, scienze e ingegneria. Ora vediamo come è possibile prepararli al meglio per non incappare in brutte sorprese. Matemagia forma da anni numerosi studenti e può vantare docenti di alto livello. Fra questi c’è anche Alessandro Romeo, che ci spiega quali sono le migliori strategie per preparare l’esame.

Concentrarsi sui contenuti più importanti

“In generale per i TOLC occorre dimostrare di padroneggiare bene il programma delle materie di indirizzo dalla prima alla quarta superiore. Solo in alcuni casi, come nel TOLC-I, nei quesiti è possibile trovare per esempio concetti matematici di quinta come limiti e derivate. Il TOLC-E invece da questo punto di vista ha sicuramente una difficoltà minore” racconta Alessandro Romeo.

“Noi sappiamo bene quali sono gli argomenti più gettonati e più richiesti all’esame. Possiamo per questo preparare al meglio uno studente indirizzandolo sui temi più importanti” afferma il docente, che puntualizza anche come questi test non richiedano una conoscenza enciclopedica, ma una solida preparazione nelle materie più importanti del corso di laurea scelto. Con i docenti di Matemagia gli studenti saranno indirizzati sui contenuti più richiesti, con una spiegazione accurata delle parti più difficili e magari non affrontare con chiarezza a scuola.

Le domande di logica

I test TOLC però non sono solo nozioni, anzi: è richiesto tanto ragionamento, una grande capacità di affrontare testi e quesiti logici. “La nostra didattica punta a fornire ai nostri studenti le competenze e le tecniche per affrontare al meglio anche questo tipo di domande dove le nozioni non bastano. Alle superiori non esistono materie che ti possono preparare a questo tipo di domande, da noi invece questa preparazione è estremamente curata in ogni dettaglio. In questo domande le parole hanno un peso, vanno lette bene, con attenzione, senza cadere in tranelli o in giochi di parole come negli indovinelli de La Settimana Enigmistica” afferma Romeo.

Il docente ci fornisce anche un esempio concreto delle domande di logica che potrebbero capitare in un test TOLC.

Leggere i grafici e schematizzare

Un corretto modo di ragionare e di contestualizzare i problemi e i contenuti è una capacità decisiva nel corso di una carriera universitaria per qualsiasi materia scelta. Ecco perché Alessandro Romeo sceglie da anni di preparare i ragazzi anche a un approccio critico ai grafici e alla schematizzazione. “Spesso e volentieri nei test TOLC si perdono punti banalmente perché si legge con troppa sufficienza un grafico. Spesso notiamo che gli studenti hanno difficoltà a interpretare come si deve un grafico o una tabella: un punto cardine della nostra didattica è l’attenzione ai dettagli, alla statistica e al corretto uso di strumenti grafici”.

 

 

didattica, preparazione, test TOLC, Università