Come recuperare le insufficienze del primo quadrimestre?

La scorsa settimana si è chiuso il primo quadrimestre, e gli studenti hanno dovuto fare i conti coi loro brutti voti. Ma cosa succede, in caso di insufficienze? O, meglio, come può rimediare l’alunno?

 

Studiare, ovviamente, è la prima cosa. Ma non sempre basta applicarsi. Ci sono materie complesse, che lo studente può fare fatica ad imparare, e per le quali necessita di un aiuto.

Tale aiuto può essere facilmente offerto dalle ripetizioni private. Secondo le stime degli ultimi anni, la metà degli alunni delle scuole superiori le utilizza (1-2 ore a settimana per 4-6 mesi), soprattutto per rimediare alle insufficienze del primo quadrimestre. Ripetizioni che riguardano circa 440.000 studenti con voti inferiori al 6 nel mese di giugno, il che implica lasciare la scuola con un debito formativo da recuperare durante l’estate.

 

Come recuperare quindi le insufficienze del primo quadrimestre, e provare a chiudere l’anno scolastico senza debiti?

La soluzione sta proprio nelle ripetizioni. Ripetizioni che possono avvenire in presenza, trovando un docente o uno studente particolarmente preparato che possa offrire lezioni a tu per tu: solitamente, in questo caso, le materie più gettonate sono il latino, l’inglese e ovviamente la matematica. L’alternativa è rappresentata dalla ripetizioni online. Il Centro Didattico Matemagia offre entrambe le soluzioni sulla base delle richieste degli studenti stessi, garantendo in entrambi i casi degli standard qualitativi molto alti.