Come si tornerà sui banchi di scuola nell’a.s. 2021-2022?

La scuola sta per ricominciare.

L’anno scolastico 2021/2022 sarà a tutti gli effetti il secondo a.s. che inizierà al tempo del Covid; tuttavia, le premesse sembrano essere ben diverse da quelle dello scorso settembre.

 

Quest’anno, infatti, la didattica in presenza dovrà essere la norma, a differenza dell’anno 2020 dove si è dato la precedenza, per ovvi motivi, alla didattica a distanza (D.A.D.), con tutte le problematiche del caso (vedi anche Le tre ragioni che rendono la D.A.D. inefficiente). A partire da settembre, tutte le norme che il Ministero dell’Istruzione ha concordato con il Comitato Tecnico Scientifico (CTS) sembrano essere volte a favorire la didattica frontale al 100% per tutti i ragazzi.

 

Ci saranno però dei casi in cui la D.A.D. dovrà essere rispolverata; fortunatamente, si tratterà solamente di quei casi di estrema necessità:

  • se la classe o la scuola adotta la situazione emergenziale di quarantena;
  • nel caso di studenti in isolamento preventivo;
  • nelle zone arancioni o rosse verrà attuata come deroga alla didattica in presenza e disposta in singole istituzioni scolastiche o in quelle presenti in specifiche aree territoriali.

Anche in queste situazioni, comunque, la presenza degli studenti sarà garantita per tutte quelle attività che prevedono percorsi di laboratorio, oppure per tutti gli studenti BES (con bisogni educativi speciali).

 

Ci saranno invece alcuni accorgimenti di sicurezza da rispettare a prescindere, gli stessi che hanno caratterizzato questi (quasi) due anni appena trascorsi: le mascherine saranno obbligatorie, con l’eccezione però di quelle situazioni in cui TUTTE le persone che partecipano ad una stessa attività sono vaccinate; dovrebbe essere mantenuto il distanziamento tra i banchi di almeno 1 metro e tra cattedra e banchi di almeno 2 metri (questa condizione però non sembra essere obbligatoria, ma solo consigliata; aree e ambienti scolastici dovranno essere opportunamente areati ed igienizzati; tutto il personale scolastico ed il corpo docenti dovrà essere munito di Green Pass.

 

Non ci resta che augurare un buon rientro a scuola a tutti gli studenti!